25Set
By: Daniela Damonte Acceso: settembre 25, 2018 In: fotografie dei corsisti Comments: 0

Presentiamo il lavoro di Paolo Cerase, realizzato durante la prima edizione della nostra Masterclass semestrale di Narrazione Visiva. Si tratta di un progetto molto suggestivo fatto di atmosfere. Il racconto di un “luogo che fu”, delle sue passate “glorie” e delle attuali decadenze, attraverso una narrazione silenziosa ma impattante.
Ecco il suo lavoro.

Parlaci del tuo lavoro

“Il lavoro nasce dalla volontà di raccontare un luogo che ha segnato la storia dell’isola di Procida, Palazzo Davalos, sorto nel 500 quando Innico Davalos d’Aragona ne ordinò la costruzione per farne la sua dimora.
Nell’800, Ferdinando II di Borbone lo trasforma in bagno penale, famoso per la sua durezza, “la cloaca massima dove, naturalmente, percola quanto la società ha di più feccioso ed infame: briganti, assassini, parricidi, grassatori, ladri, falsari, ignoro in qual modo, scappati alla forca.” la descrive così il prigioniero politico S. Castromediano nelle sue memorie.
Dopo la seconda guerra mondiale il carcere ospitò numerosi generali e gerarchi fascisti. Nel 1988 fu chiuso a causa di una serie di inadeguatezze e da allora è abbandonato, solo da qualche anno ne è stato ripristinato parzialmente l’accesso.
Il tempo, il vandalismo e l’incuria hanno fatto il loro corso lasciando poche tracce di quello che fu l’ultima veste del palazzo.
Riguardando gli scatti mentre si accumulavano, ho capito che l’unica entità in grado di raccontare ancora qualcosa di quel luogo era la luce, unica costante nel continuo mutare nel tempo del palazzo; da qui il titolo, K. come costante ma anche come Kelvin, la scala di misurazione assoluta della temperatura che, in fotografia misura la temperatura del colore della luce.
La luce, che, da quando era palazzo reale ad oggi nel suo stato di abbandono, passando per il nefasto periodo in cui doveva attraversare le fitte sbarre alle finestre, è sempre entrata in quel palazzo allo stesso modo, mutando le sue inclinazioni ciclicamente assieme alle stagioni, ripetendosi anno dopo anno, secolo dopo secolo.”

Quando è iniziata la tua passione per la fotografia?

“La passione per la fotografia nasce da quando ho cominciato a studiare la sua storia, la sua evoluzione, e la sua imposizione come forma d’arte e incredibile mezzo di comunicazione, ed è da pochi anni che mi impegno nel trasformarla da passione teorica e critica a passione pratica e assidua.”

Cos'è per te la fotografia?

“La fotografia per me è linguaggio immediato , complesso nella sua semplicità, che può essere confusa con scarnezza, in realtà è priva di cenci e ha la capacità di andare dritta al sodo.”

Galleria fotografica

Quali corsi di fotografia hai frequentato presso Foto Image?

“Ho frequentato La Masterclass in Narrazione Visiva con Fulvio Bugani, Giulio Di Sturco, Annalisa D’Angelo e Daniela Damonte.”

Lasciaci un commento su di noi!

“E’ stata una esperienza molto costruttiva, la prima per me a confronto con veri professionisti, ho trovato persone molto disponibili che hanno messo a disposizione le loro conoscenze con professionalità e simpatia, creando un clima fantastico con gli altri studenti.”

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

Rimani aggiornato su eventi, mostre, viaggi, corsi attività e ricevi sconti personalizzati!